martedì 9 ottobre 2012

Ca' del Bosco

In Franciacorta Ca' del Bosco, della famiglia Zanella, è un nome storico, uno delle aziende più importanti per la spumantistica italiana. Lasciamo perdere i numeri, i litri prodotti di cuvée Prestige . Le rese per ettaro sono bassine, ma non bassissime a mio avviso. Le vigne piantate vicine vicine, per farcene stare il più possibile.
L'azienda è gode di un'ottima posizione, soleggiata , tutta circondata da terreni di loro proprietà. E' un'azienda da visitare, anche solo per apprezzare le numerose opere d'arte sparse qua e là.
Mi ha molto colpita l'accuratezza con cui fanno il vino, già a partire dalla vendemmia. Oltre a rispettare le regole del disciplinare, ci tengono a tener separati le particelle, per poter assemblare al meglio il vino. La pressatura è soffice , e orizzontale. Ne Fanno 3, ma si tengono solo la prima , che vinificano in purezza per i vini più "nobili", e la seconda, che assemblano con la prima per la cuvée prestige.
Ma la cosa veramente unica che ho visto, è come fanno i rimontaggi Loro non usano le pompe idrauliche, per estrarre e rimontare il vino, come fanno tutti, ma lo riversano in un'autoclave a parte, che si muove su e giù per sfruttare la forza di gravità.
.
Il tutto per evitare lo schock microssidativo e termico.
Scendere nelle cantine è sempre una magia.
Le bottiglie, a migliaia, accattastate ad aspettare il trascorrere del tempo, hanno un che di romantico
Molto bella la cantina centrale, con una grande cupola, tutta circondata di pupitres.
Se poi ci sono 2 bottiglie di Annamaria Clementi, meglio ancora Per concludere, tutti i processi di produzione sono curati al massimo, dalla scelta dei tappi (testano ogni lotto), all'imbottigliamento, tutto eseguito in sale isolate e refrigerate. Con tutte queste attenzioni, non può che uscire un grande vino.

lunedì 1 ottobre 2012

I benefici del té

Vi consiglio di leggere questo testo sorseggiando un buon té verde, magari un Lung ching, adatto a qualunque ora del giorno.
Quello che stato bevendo , non è una semplice bevanda calda, ma è un infuso con dentro una storia millenaria, legata ad un continente intero, quello asiatico. Le prime testimonianze scritte , risalgono al II secolo d.c., in Cina, con testi che citano la sue doti benefiche. La nascita di questa bevanda è legata a diverse leggende. Una delle più interessanti è una favola cinese, legata alle proprietà medicinali. La storia parla di uno schiavo, Tzu Ho, molto affezionato al suo padrone. Quando il suo padrone, ormai anziano, fu costretto a letto a causa dei disturbi senili. Tzu sconsolato dall'impotenza dei medici, non seppe trovar pace, e si recò nel giardino di casa, a pregare il Buddha. Il quale impietositosi, fece crescere una pianta dalla terra bagnata dalle lacrime di Tzu. Il giovane schiavo, ispirato dal dono, fece masticare le foglie di té al suo padrone, il quale si riprese velocemente dalla malattia. L'imperatore informato della guarigione miracolosa, convocò Tzu Ho. Il racconto dello schiavo, lo convinse ad avviare la coltivazione del Té. Questa ovviamente è una leggenda, ma storicamente il té nasce per uso medico, nel II sec. Dc, si preparava una pomata contro i reumatismi, è solo dal III sec, che si inizia ad usarla come infuso. Durante la dinastia T'ang, i nomadi, tartari, mongoli, tibetani e turchi, integrarono la loro alimentazione con il té, perché ottimo per la prevenzione dello scorbuto, dovuto alla carenza di frutta e verdura. Così anche in Giappone, si conobbe il té, tramite 2 monaci buddhisti, che lo portarono dopo un soggiorno in Cina.
Ricordiamoci che il té è la seconda bevanda più consumata al mondo, solo dopo l'acqua. Ogni giorno si scoprono sempre nuovi effetti benefici, per la salute e la bellezza. Sappiamo quindi che in Asia, il té lo si è sempre usato nella medicina tradizionale, come fonte di energia, per stimolare il fluire del CHI, e migliorare la circolazione dell'energia nel corpo. Ma, oggi grazie a studi scientifici si è in grado di capire perché il té sia così benefico: Contiene caffeina, quindi uno stimolante delle facoltà mentali inoltre la caffeina contenuta nel té è notevolmente inferiore a quella contenuta nel caffè 40 CC di caffè hanno 100/125 mg di caffeina 150 cc di tè nero forte 40 mg 150 cc di tè verde 20 mg 400mg è la dose massima al giorno. Se si è sensibili è possibile deteinarlo. Ricco di Polifenoli, tranne il tè nero, che con l'ossidazione ne perde molto, quindi lo si trova nel tè bianco ,nei tè verdi e nel tè semi-fermentati Le catechine sono 1.Antiossidanti, combatte l'invecchiamento 2.Abbassano il colesterolo 3.Abbassano i trigliceridi, quindi previene le malattie cardiovascolari 4.Previene l'insorgenza dei tumori 5.Diminuiscono la pressione del sangue 6.Antibatterico, previene la carie, l'alitosi e il tartaro 7.Calmante per la diarrea Un pieno di Vitamine, specialmente il tè verde, si trova molta vitamina C (quanto a 6 arance spremute), e il tè bianco circa il doppio, protegge il sistema immunitario la Vitamina A, che protegge la vista Vitamina E, 3 tazze di te verde copre il 50% del fabbisogno quotidiano. Vitamine B1 e B2, stimola il metabolismo Vitamine B6 per il mantenimento di pelle e capelli. Sali minerali, il té verde è ricco di Potassio (per il cuore), lo Zinco (sistema immunitario) Calcio e Magnesio (ossa e denti). Concludendo … il tè è consigliato nelle diete dimagranti, non ha calorie, ed accelera il metabolismo, diminuisce la ritenzione idrica, è un diuretico. Ovviamente se si hanno problemi renali è meglio berne poco. Per il colesterolo oltre il tè verde è ottimo anche il Pu-ehr, un tè post-fermentato . Anche nel campo estetico , il te verde è largamente usato è un ottimo 1.decongestionante per gli occhi 2.lo si può usare per farsi una maschera di bellezza o per il bagno. Un'ultima osservazione: il tè non lo ingeriamo, ma lo beviamo. Per poterne giovare a pieno servono almeno 3 tazze al giorno. L'unico tè, con cui si possono assumere al 100% queste proprietà, è il tè MATCHA , perché ridotto in polvere e solubile in acqua. E quindi lo si assume al 100%.